Solstizio d’estate: tra leggende e curiosità

solstizio d'estateIl 21 giugno segna l’arrivo dell’estate. Il solstizio d’estate è il primo giorno della bella stagione ed è anche il giorno dell’anno con più ore di luce. Da questo momento in poi la durata del giorno diminuisce progressivamente fino al solstizio d’inverno. Naturalmente non dobbiamo dimenticare che il 21 giugno corrisponde al solstizio d’estate soltanto nell’ emisfero boreale, dato che nell’ emisfero australe questa data corrisponde con il solstizio d’inverno e dunque con il dì più breve dell’anno.

Da un punto prettamente astronomico, il termine Solstizio significa Sole stazionario e indica che in questo momento astronomico l’astro non si alza nè si abbassa rispetto all’equatore celeste. Nell’esatto mezzogiorno astronomico le ombre degli edifici e dei pali scompaiono del tutto. 

Immagine correlataUn riferimento astronomico importante per questa giornata è l’equatore celeste. Si tratta della proiezione, immaginaria, sulla volta celeste dell’equatore: un semicerchio e mostra il percorso del sole. Durante gli equinozi di primavera e di autunno, per contro, si ha invece parità di ore fra giorno e notte: dodici di luce e altrettante di buio.
In tutti gli altri giorni dell’anno il percorso giornaliero del Sole è parallelo all’equatore celeste. In particolare, in primavera ed estate si ha un percorso maggiore dell’equatore celeste, quindi il giorno prevale sulla notte, mentre in autunno e inverno accade esattamente il contrario.

Ma il giorno del Solstizio d’estate richiama l’attenzione soprattutto per i miti, le leggende e le feste che lo accompagnano. Il gran numero di usanze e di piccoli rituali ancora seguiti con grande attenzione dalla gente, e tuttora vivi in tutta Europa, testimoniano infatti che il solstizio estivo, insieme a quello invernale, resta uno dei periodi più amati e profondamente intessuti nella cultura popolare.

Le giornate solstiziali nelle tradizioni precristiane erano sacre e ancora oggi molte sono le feste legate al solstizio d’estate. Tra le curiosità, infatti, si registra che anche i moderni gruppi neopagani e neodruidici celebrano ancora oggi il giorno di «Midsummer», la Mezza Estate cara a Shakesperare.

Risultati immagini per stonehenge solsticeE molti sono i riti solstiziali che si svolgono in particolare a Stonehenge, richiamando nel sito ancora carico di misteri migliaia di persone ogni anno. Infatti una delle leggende più celebri riguarda proprio Stonehenge, precisamente la sua Hell Stone, detta anche Fryar’s Heel. Stando alla leggenda, il diavolo comprò le pietre da una donna in Irlanda, le avvolse e le portò sulla piana di Salisbury. Una delle pietre cadde nel fiume Avon; le altre vennero portate sulla piana. Dopo una disputa con un frate, allora il diavolo lanciò una delle pietre contro il frate, colpendolo su un tallone. La pietra si incastrò nel terreno ed è ancora lì.
Ma i giorni solstiziali includono alcune fra le celebrazioni più popolari dell’Occidente perchè, basandosi sul dato che il sole trionfa nel cielo, le antiche tradizioni collegavano questo periodo dell’anno con la comunicazione diretta fra visibile e invisibile.

Nell’antica Roma i due solstizi erano consacrati a Giano bifronte, il dio guardiano delle soglie e dei passaggi, mentre oggi troviamo i due Giovanni, il Battista per il solstizio d’Estate e l’Evangelista per quello d’Inverno, come figure di riferimento per le festività legate rispettivamente al 21 giugno ed al 21 dicembre. Inoltre i popoli antichi chiamavano i due solstizi «porte»: Porta degli Dei o degli Immortali quello invernale, Porta degli Uomini quello estivo.

solstizio d'estateNei paesi scandinavi invece prendono molto sul serio l’arrivo dell’ estate non a caso ogni anno in Svezia festeggiano il Midsommar per celebrare il giorno più lungo dell’estate, la fertilità e il rilascio dell’energia negativa accumulatasi nei giorni bui invernali. Uno dei simboli del Midsommar e il Midsommarstang, ovvero un palo eretto ed ornato di fiori attorno a cui si balla, ovvero un simbolo di amore e fertilità per la stagione estiva. Mentre gli uomini si impegnano a costruire il midsommarstang più alto e solido possibile, le donne imbandiscono la tavola con i piatti tipici della tradizione. In Finlandia invece si festeggia il Juhannus e se un tempo questa giornata era festeggiata come la giornata della luce e del bene, in cui si accendevano falò per scacciare gli spiriti malvagi. Con il passare del tempo invece è diventata una giornata da trascorrere insieme ad amici e parenti per rafforzare i legami.

Un altro paese con diverse tradizioni riguardanti il Solstizio d’ Estate è il Messico, dove vengono ancora tramandati vecchie tradizioni Maya (anche se comunque con il tempo l’utilizzo di queste tradizioni sta scomparendo) ad esempio realizzano delle Cerimonie con il Fuoco. Secondo gli antichi infatti, accendere il fuoco e pregare il dio del sole durante questa giornata, amplificava il potere delle preghiere e portava prosperità per il resto dell’anno.

Risultati immagini per solstizio ucrainaIn Bielorussia e Ucraina in occasione di questo giorno speciale si organizzano feste, balli notturni alla luce del fuoco e le donne, secondo la tradizione, calano nelle acque del fiume delle candele galleggianti accese. Gli uomini, invece, festeggiano il sole di mezzanotte con un bagno nel lago.
Canti e i balli sono un atto purificatorio e un auspicio di buona salute e mentre le signore gettano nel lago ghirlande di fiori i loro spasimanti tentano di ghermirle per conquistare simbolicamente il cuore delle amate.

In Cina invece, per essere precisi a Yulin, si celebra ogni anno in occasione del solstizio d’Estate il Dog Meat Festival: la città si trasforma in un vero e proprio macello a cielo aperto e vengono uccisi senza pietà migliaia di cani di provenienza ignota per poi cucinarli nelle più svariate ricette e mangiarli durante la giornata. Tuttavia non sono solo i cani a subire una trista sorte, infatti non essendoci controlli sanitari migliaia di persone durante il festival contraggono la Rabbia e perdono la vita.

E in Italia? In Italia ci sono tanti piccoli riti per propiziare buona sorte e amore duraturo. Per esempio si espone all’ esterno un uovo nel bicchiere per attrarre -durante la notte- le positività, magari delle nozze. Per ottenere buona salute e capelli splendenti bisogna, invece, stendersi sulla rugiada durante la notte di San Giovanni secondo un’antica leggenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *